"Sulle orme di San Michele". - Svolto l'ncontro sull’itinerario culturale e paesaggistico di San Michele Arcangelo

Si è   tenuto a Bari, giovedì 16 gennaio 2020, presso l'Urban Center del Comune di Bari, il Seminario/Convegno "Sulle orme di San Michele".

Con la sapiente regia del presidente Maria Gioia Sforza dell'associazione le vie di San Michele, si è parlato di tutela del paesaggio, educazione ambientale e biodiversità, del culto micaelico, di alimentazione nei cammini micaelici, di economia circolare alimentare (no allo spreco) e di biodiversità. 
 

 

 
Si è   tenuto a Bari, giovedì 16 gennaio 2020, presso l'Urban Center del Comune di Bari, il Seminario/Convegno "Sulle orme di San Michele".

Con la sapiente regia del presidente Maria Gioia Sforza dell'associazione le vie di San Michele, si è parlato di tutela del paesaggio, educazione ambientale e biodiversità, del culto micaelico, di alimentazione nei cammini micaelici, di economia circolare alimentare (no allo spreco) e di biodiversità. 

 
 
Si è parlato inoltre di SlowTourism, una forma di turismo che segue e rielabora i principi Slow Food,  in risposta al fenomeno del fast-food che ha protetto le tipicità locali contro una omologazione del gusto e dei prodotti, ovvero "comprendere il viaggio" più che uno specifico prodotto turistico. Di fatto promuove autenticità, lentezza, sostenibilità e convivialitá in risposta a fenomeni turistici standardizzati. Il turismo micaelico e quindi lo Slow turismo deve riappropriarsi di spazi, tempi, luoghi e tradizioni, interagendo con la comunità locale. È un invito a non scegliere un " Viaggio Mordi e Fuggi" con spostamenti frenetici.
 
Un interessante contributo al seminario , è venuto dal Presidente della Pro Loco Ostuni Marina Prof. Domenico Greco che ha proposto il "Primo Concorso Nazionale di StoryTelling " sui cammini delle "Nostre Storie" in modo da stimolare le competenze locali e creare una rete di racconti (ovviamente tradotti in tre lingue ) che costituiscono il naturale legante tra Storia, Territorio ed Emozioni. Il nostro territorio va raccontato in modo emozionale, cammino dopo cammino, per scoprire la storia del territorio e vivere esperienze indimenticabili.  Passare dalle intenzioni ai fatti non è mai stato semplice ma siamo certi che insieme potremmo scrivere un nuovo entusiasmante capitolo del turismo di qualità del nostro territorio.

Stampa Email